Martes 23 de Mayo de 2017
El portal de la papa en Argentina
0%Variación precio
puestos MCBA
  • Cielos NubososBalcarceBuenos Aires, Argentina
    - 21°
  • Intervalos nubososVilla DoloresCórdoba, Argentina
    13° - 23°
  • Cielos NubososRosarioSanta Fe, Argentina
    10° - 24°
  • Intervalos nubososEstacion UspallataMendoza, Argentina
    - 17°
  • Intervalos nubososCandelariaSan Luis, Argentina
    11° - 22°
  • Cielos CubiertosChoele ChoelRío Negro, Argentina
    - 15°
  • Intervalos nubososSan Miguel de Tuc.Tucumán, Argentina
    13° - 23°
Ampliar
 Buscador de Noticias
Europa 17/03/2017

Italia: Patate francesi Made in Italy, ci risiamo

Michele Filippini, presidente di Assopa (l’Organizzazione dei produttori pataticoli emiliano-romagnoli), è un fedele ascoltatore di Pascal, il programma notturno di Radio2, che lo accompagna nei suoi viaggi in auto.

Tutto normale, fino alla sera del primo marzo quando il conduttore legge un messaggio di Terry Truck, un autotrasportatore che, mentre racconta la sua vita on the road e lontano da casa, accenna alla giornata appena trascorsa. “Sono rientrato in Italia via Monte Bianco - nevicava sia sul versante francese che su quello italiano - direzione Verona con 25 tonnellate di patate che poi verranno lavorate e vendute come prodotto italiano”. Il racconto continua ma per Filippini l’importante è già stato detto. E non sono buone notizie.

“Fino a quando dovremo assistere allo scempio delle frodi alimentari? – dichiara il presidente di Assopa a Italiafruit News - Nemmeno ci facciamo più caso, certe informazioni arrivano e passano come fossero nulla di importante. E invece quelle 25 tonnellate di patate francesi pronte a diventare italiane sono uno schiaffo per tutti gli onesti pataticoltori italiani e gli altri componenti della filiera. Che però non è sempre sana e onesta”.

“Non so dove siano state scaricate quelle patate in viaggio verso Verona - continua Filippini - ma so che non posso abituarmi a essere preso in giro. Non parlo di Pascal e di Terry Truck, che anzi ringrazio per il loro lavoro, ma da chi gioca sporco sulla pelle dei consumatori e dei produttori. Noi di Assopa, oltre che indignarci, stiamo mettendo a punto un metodo di controllo scientificamente ineccepibile che finalmente permetterà di capire se ogni singola patata venduta come italiana provenga realmente dal nostro Paese o, invece, da qualche amena località francese, polacca, turca o egiziana”.

L’analisi si avvale della tecnica dei rapporti isotopici degli elementi leggeri, quali carbonio, ossigeno e idrogeno, che possono fornire informazioni molto dettagliate, perché sono influenzati dalle differenti caratteristiche pedologiche del suolo in cui sono stati coltivati i tuberi. I risultati ottenuti consentono, quindi, di discriminare l’origine delle patate in maniera esauriente.

“Insomma - conclude Filippini - vorremmo far lavorare Terry Truck in Italia, fargli fare la spola tra i nostri produttori di patate e le tante oneste imprese di confezionamento e trasformazione”. 

Fuente: http://www.italiafruit.net/DettaglioNews/38441/in-primo-piano/patate-francesi-made-in-italy-ci-risiamo


Te puede interesar